Contributi a fondo perduto fino al 70% per Startup innovative

Stanziati dalla Regione Emilia Romagna i contributi a fondo perduto per le Start up innovative.

EMILIA-ROMAGNA: contributi a fondo perduto fino al 70% della spesa alle start up innovative già costituite.

FINALITÀ: sostenere e favorire lo sviluppo start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione ad elevato contenuto innovativo, cogliere i nuovi drivers del mercato, produrre nuove opportunità occupazionali.

BENEFICIARI: micro e piccole imprese regolarmente costituite.

TIPOLOGIA A: per i progetti di avvio di attività possono candidarsi le imprese costituite dopo il 1° gennaio 2016.

TIPOLOGIA B: per i progetti di espansione di start up già avviate possono candidarsi le imprese costituite dopo il 8 luglio 2014.

SETTORI AMMESSI: i progetti imprenditoriali dovranno dimostrare di avere contenuti  innovativi e di diversificazione su almeno uno degli ambiti produttivi seguenti: Sistema agroalimentare; Sistema dell’edilizia e delle costruzioni; Meccatronica e motoristica; Industrie della salute e del benessere; Industrie culturali e creative; Innovazione nei servizi.

CATEGORIE IMPRESE: le imprese si dovranno obbligatoriamente distinguere in almeno una delle due seguenti categorie:

CATEGORIA 1: imprese basate sullo sviluppo produttivo di risultati di ricerca o di soluzioni tecnologiche derivanti da una o più tecnologie abilitanti, anche congiuntamente ad altre tecnologie;

CATEGORIA 2: imprese basate sullo sviluppo o sull’utilizzo avanzato delle tecnologie digitali per applicazioni imprenditoriali prioritariamente nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nel wellness e nei servizi ad alta intensità di conoscenza.

PROGETTI AMMESSI TIPOLOGIA A: progetti per la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto di precedente attività di ricerca;

PROGETTI AMMESSI TIPOLOGIA B: progetti per la realizzazione di investimenti per l’espansione di start up già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l’aumento di dotazioni tecnologiche.

CONTRIBUTO: a fondo perduto in conto capitale corrispondente al 60% della spesa ritenuta ammissibile.

MASSIMALE CONTRIBUTO: il contributo non potrà, in ogni caso, superare gli importi di seguito indicati: 100.000,00 € per la TIPOLOGIA A; 250.000,00 € per la TIPOLOGIA B.

MAGGIORAZIONE CONTRIBUTO: pari a 10 punti percentuali per i progetti che prevedono alla loro conclusione un’assunzione a tempo indeterminato di dipendenti in numero superiore rispetto a quelli in organico al momento della presentazione della domanda.

DOMANDA: scadenza 15 ottobre 2019.

EMILIA-ROMAGNA: START UP INNOVATIVE

POR-FESR 2014-2020 – ASSE 1 Ricerca e Innovazione – Azione 1.4.1

  • Sostegno alla creazione e al consolidamento di start up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca in ambiti in linea con le Strategie di specializzazione intelligente.

FINALITA’

Il contributo è volto a  sostenere le spese di investimento per l’avvio o il consolidamento di nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca finalizzata a nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia o ad alto contenuto innovativo.

BENEFICIARI

Possono presentare domanda esclusivamente micro e piccole imprese regolarmente costituite e registrate nella Sezione speciale del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio dedicata alle start-up innovative.

  • Le imprese devono avere l’unità locale in cui si realizza il progetto imprenditoriale in Emilia-Romagna con codice ATECO 2007 primario dell’unità locale rientrante tra quelli individuati nella Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente.

PER LA TIPOLOGIA A:

  • le imprese proponenti devono essere costituite successivamente al 01/01/2016.

Per la TIPOLOGIA B:

  • le imprese devono essere state costituite successivamente al 08/07/2014,
  • avere almeno due esercizi di bilancio,
  • un fatturato, “ricavi delle vendite e delle prestazioni” di almeno 200.000,00 € nell’ultimo bilancio approvato
  • 3 dipendenti a tempo indeterminato assunti alla data del 31/12/2018;

BUSINESS PLAN

Il progetto di investimento dovrà essere corredato da un Business Plan specifico che dovrà evidenziare la consapevolezza del proponente rispetto al target di mercato, ai concorrenti attuali e potenziali, ai prezzi applicabili, alle condizioni tecnico-economiche ed organizzative per la produzione e la commercializzazione, alla conseguente sostenibilità economica e redditività dell’attività attesa.

PROGETTI IMPRENDITORIALI AMMESSI

I progetti imprenditoriali dovranno dimostrare di avere contenuti innovativi e di diversificazione su almeno uno degli ambiti produttivi seguenti:

  • Sistema agroalimentare;
  • Sistema dell’edilizia e delle costruzioni;
  • Meccatronica e motoristica
  • Industrie della salute e del benessere;
  • Industrie culturali e creative;
  • Innovazione nei servizi.

CARATTERISTICHE PRODUTTIVE DELLE IMPRESE

Dal punto di vista delle caratteristiche produttive, le imprese si dovranno obbligatoriamente distinguere in almeno una delle due seguenti categorie:

  • 1. imprese basate sullo sviluppo produttivo di risultati di ricerca o di soluzioni tecnologiche derivanti da una o più tecnologie abilitanti, anche unitamente ad altre tecnologie;
  • 2. imprese basate sullo sviluppo o sull’utilizzo avanzato delle tecnologie digitali per applicazioni imprenditoriali prioritariamente nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nel wellness e nei servizi ad alta intensità di conoscenza.

PROGETTI AMMESSI

Dal punto di vista del grado di sviluppo delle imprese e ai fini del presente bando, è possibile la presentazione alternativa di 2 tipologie di progetti:

  • TIPOLOGIA A.Progetti per la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto di precedente attività di ricerca;
  • TIPOLOGIA B.Progetti per la realizzazione di investimenti per l’espansione di start up già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l’aumento di dotazioni tecnologiche.

COSTO MINIMO DEI PROGETTI

I progetti imprenditoriali dovranno prevedere un costo totale ammissibile non inferiore a:

  • per la tipologia A ( avvio) 80.000,00 euro per lo sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici, oppure 50.000,00 euro per applicazioni digitali avanzate nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nei servizi ad alta intensità di conoscenza;
  • per la tipologia B (espansione) 150.000,00 euro per lo sviluppo produttivo di risultati di ricerca o sviluppi tecnologici, oppure 80.000,00 euro per applicazioni digitali avanzate nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nei servizi ad alta intensità di conoscenza;

DURATA DEI PROGETTI

La durata massima dei progetti è stabilita in 12 mesi per entrambe le TIPOLOGIE previste, A e B.

  • La durata dei progetti decorre dalla data del 01/01/2020.

I PROGETTI DOVRANNO QUINDI CONCLUDERSI ENTRO IL 31/12/2020.

  • Ai fini del riconoscimento della loro ammissibilità, le spese dovranno essere sostenute nel periodo 01/01/2020 – 31/12/2020

SPESE AMMISSIBILI

PER LA TIPOLOGIA A:

  • A. Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • B. Spese di affitto/noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto). Da tale voce di costo sono escluse le spese di affitto della U.L. nella quale si realizza il progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna;
  • C. Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • D. Spese di costituzione (massimo 2.000 €);
  • E. Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25.000,00 €);
  • F. Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

PER LA TIPOLOGIA B

  • A. Acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. Le imprese con sede legale esterna alla Regione Emilia-Romagna potranno acquistare solo sedi produttive nel territorio regionale (massimo 50% costo totale del progetto)
  • B. Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • C. Spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto). Da tale voce di costo sono escluse le spese di affitto della U.L. nella quale si realizza il progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna;
  • D. Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • E. Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% del costo totale del progetto);
  • F. Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

CONTRIBUTO

Il finanziamento previsto nel presente bando consiste in un contributo in conto capitale, corrispondente al 60% della spesa ritenuta ammissibile.

MASSIMALE CONTRIBUTO

Il contributo concedibile non potrà, in ogni caso, eccedere i seguenti importi :

  • 100.000,00 € per la TIPOLOGIA A;
  • 250.000,00 € per la TIPOLOGIA B;

DOMANDA

  • Dalle ore 10.00 del 08 luglio 2019
  • Alle ore 17.00 del 11 ottobre 2019.

Se anche tu vuoi sviluppare la tua Start up ,CONTATTACI per una prima consulenza gratuita (scrivendo nell’oggetto “Start up Emilia Romagna”) e scopriamo insieme se questo è il bando giusto per te e come renderlo concreto.


 

Competenti su tutti i livello

5,0 rating
25 Marzo 2019

Competenti su tutti i livelli, perché non solo mi hanno supportato nella preparazione ed invio della domanda di finanziamento agevolato ma mi hanno fatto riflettere anche sul miglior modello di business da adottare per lo sviluppo della mia startup.

Domenico Scarinzi

Massima professionalità

5,0 rating
25 Marzo 2019

Il Team di Startup Europa mi ha offerto competenza, professionalità e disponibilità massima. Ottimo lavoro!

Giovanna Scarinzi

Competenza

5,0 rating
25 Marzo 2019

Alessandro, persona disponibile, pronto ad accontentare in modo celere il cliente ma soprattutto con le sue alte competenze nel campo.
Lo consiglio vivamente a chi vuole intraprendere una propria attività con progetti finanziati.

Gabriele

Professionalità e disponibilità

5,0 rating
20 Marzo 2019

Alessandro è un professionista preparato e disponibile, ci ha seguito costantemente ed indirizzato nelle scelte durante tutto il percorso del nostro progetto.

Marco

Competenza & Professionalità

5,0 rating
20 Marzo 2019

Mi sono affidato al team di Startup Europa per ottenere un finanziamento che mi permettesse di coronare il mio piccolo sogno cioè l’apertura di uno studio fotografico. Fissato un appuntamento ci siamo confrontati con Alessandro titolare ed esperto di finanziamenti pubblici il quale ha subito individuato il tipo di progetto il business plan ed il tipo di finanziamento da presentare per l’accettazione della pratica.
Ovviamente la pratica è andata a buon fine ed io non posso che ringraziare e consigliare il team di Startup Europa.

Carlo