Contributi per imprenditoria femminile in Friuli Venezia Giulia

Stanziati dalla Regione Friuli Venezia Giulia contributi a fondo perduto per imprenditoria femminile ai sensi della legge regionale 11/2011.

FRIULI VENEZIA GIULIA: pubblicato un nuovo bando ai sensi della legge regionale 11/2011.

FINALITA’: contributi a fondo perduto a sostegno di progetti di imprenditoria femminile nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio, del turismo e dei servizi, ai sensi della legge regionale 11/2011.

BENEFICIARI: le nuove PMI femminili con sede legale (o unità operativa oggetto dell’investimento) in Friuli Venezia Giulia.

NUOVA IMPRESA: per nuova impresa s’intende: l’impresa iscritta da meno di 36 mesi al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda di contributo

IMPRESA FEMMINILE: per impresa femminile s’intende:

l’impresa in cui la maggioranza delle quote è nella titolarità di donne, ovvero l’impresa cooperativa in cui la maggioranza dei soci è composta da donne e l’impresa individuale il cui titolare è una donna

PROGETTI DI IMPRENDITORIA FEMMINILE: sono realizzati presso la sede legale od unità operative dell’impresa beneficiaria situate nel territorio regionale e prevedono un importo minimo di spesa ammissibile non inferiore a 5.000,00 euro.

CONTRIBUTO: l’ammontare minimo del contributo è pari a 2.500,00 euro, l’ammontare massimo del contributo è pari a 30.000,00 euro.
L’intensità del contributo è pari al 50 per cento della spesa ammissibile.

DOMANDE: dal 15 ottobre 2019 al 15 novembre 2019.

FRIULI VENEZIA GIULIA – IMPRENDITORIA FEMMINILE

  • Il canale contributivo, di cui al “Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi ai sensi dell’articolo 2, commi 85 e 86 della legge regionale 11 agosto 2011, n. 11, a sostegno di progetti di imprenditoria femminile”, è gestito su base provinciale dalle Camere di Commercio del Friuli Venezia Giulia, territorialmente competenti.

FINALITA’

Contributi a fondo perduto a sostegno di progetti di imprenditoria femminile nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio, del turismo e dei servizi, ai sensi della legge regionale 11/2011.

BENEFICIARI

Possono richiedere i contributi le nuove PMI femminili con sede legale (o unità operativa oggetto dell’investimento) in Friuli Venezia Giulia.

NUOVA IMPRESA

Per nuova impresa s’intende:
l’impresa iscritta da meno di 36 mesi al registro delle imprese alla data di presentazione della domanda di contributo;

IMPRESA FEMMINILE

Per impresa femminile s’intende:

  • l’impresa in cui la maggioranza delle quote è nella titolarità di donne,
  • ovvero l’impresa cooperativa in cui la maggioranza dei soci è composta da donne e
  • l’impresa individuale il cui titolare è una donna

nonché, nel caso della società di persone composta da due soci,

  • la società in accomandita semplice il cui socio accomandatario è una donna e
  • la società in nome collettivo il cui socio donna è anche il legale rappresentante della società.

PROGETTI DI IMPRENDITORIA FEMMINILE

I PROGETTI DI IMPRENDITORIA FEMMINILE:

  • sono realizzati presso la sede legale od unità operative dell’impresa beneficiaria situate nel territorio regionale
  • prevedono un importo minimo di spesa ammissibile non inferiore a 5.000,00 euro.

CONTRIBUTO

  • L’ammontare minimo del contributo è pari a 2.500,00 euro,
  • L’ammontare massimo del contributo è pari a 30.000,00 euro.
  • L’intensità del contributo è pari al 50 per cento della spesa ammissibile.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese strettamente legate alla realizzazione del progetto, sia se sostenute dopo la presentazione della domanda sia se sostenute prima della presentazione della domanda:

A) SPESE PER INVESTIMENTI,
STRETTAMENTE FUNZIONALI ALL’ ESERCIZIO DELL’ATTIVITÀ ECONOMICA, RELATIVI ALL’ ACQUISTO E LOCAZIONE FINANZIARIA DI:

  • 1. impianti specifici
  • 2. arredi
  • 3. macchinari, strumenti e attrezzature
  • 4. beni immateriali: diritti di licenza, software, brevetti, know-how
  • 5. hardware
  • 6. automezzi
  • 7. sistemi di sicurezza
  • 8. materiali e servizi concernenti pubblicità e attività promozionali, nei limiti di spesa massima di 10.000,00 euro.

B) SPESE PER LA COSTITUZIONE,
QUALI:

  • 1. spese notarili relative all’onorario
  • 2. spese connesse agli adempimenti obbligatori per l’avvio dell’impresa nonché business plan nel limite massimo di 10.000,00 euro.

C) SPESE DI PRIMO IMPIANTO,
QUALI:

  • 1. adeguamento o ristrutturazione dei locali dell’impresa, nel limite massimo di 40.000,00 euro
  • 2. realizzazione o ampliamento del sito internet, nei limiti di spesa massima di 5.000,00 euro
  • 3. locazione dei locali, per una periodo massimo di 12 mesi e una spesa massima di 15.000,00 euro
  • 4. avvio attività di franchising, limitatamente al diritto di ingresso nel limite di spesa massima di 25.000,00 euro.

D) SPESE PER MICROCREDITO:

nel caso in cui il beneficiario sia una microimpresa, sono ammissibili, le seguenti spese relative ad operazioni di microcredito effettuate dalla microimpresa ai fini del finanziamento della realizzazione del progetto di imprenditoria femminile:

I beni devono essere nuovi di fabbrica.
Nel caso di locazione finanziaria è ammessa la spesa per la quota capitale delle singole rate effettivamente sostenute fino alla data di rendicontazione del progetto;
non sono ammesse quota interessi e spese accessorie.

DOMANDA

La domanda di contributo potrà essere presentata, esclusivamente mediante posta elettronica certificata (PEC) dall’impresa richiedente alla Camera di Commercio territorialmente competente ai fini dell’ammissione all’articolazione dello sportello relativa alla provincia nella quale è stabilita la sede legale o l’unità operativa presso cui è realizzato il progetto.

La domanda può essere presentata:

  • dalle ore 9.15 di martedì 15 ottobre 2019
  • alle ore 16.30 di venerdì 15 novembre 2019.

Se anche tu vuoi fruire del fondo perduto per la tua impresa femminile in Friuli Venezia Giulia, CONTATTACI per una prima consulenza gratuita (scrivendo nell’oggetto “Fondo Perduto Friuli Venezia Giulia) e scopriamo insieme se questo è il bando giusto per te e come renderlo concreto.


 

Un valido supporto per concretizzare i propri progetti

5,0 rating
25 Luglio 2019

Ho sempre desiderato aprire un’attività tutta mia, ma avevo difficoltà ad accedere alle agevolazioni perchè non avevo le informazioni e le conoscenze per redigere un valido business plan, e avevo bisogno di qualcuno che mi consigliasse al meglio sulle scelte da operare per l’avvio di un’attività. In Startup Europa ho trovato l’aiuto che mi serviva per rendere concrete le mie idee, e ora posso considerarmi un’imprenditrice felice!

Serena

Affidabilità

5,0 rating
25 Luglio 2019

Sono pienamente soddisfatto per tutto il lavoro svolto da Alessandro, mi ha aiutato a realizzare la mia idea imprenditoriale, sono ancora entusiasta.

Roberto

Competenti su tutti i livello

5,0 rating
25 Marzo 2019

Competenti su tutti i livelli, perché non solo mi hanno supportato nella preparazione ed invio della domanda di finanziamento agevolato ma mi hanno fatto riflettere anche sul miglior modello di business da adottare per lo sviluppo della mia startup.

Domenico Scarinzi

Massima professionalità

5,0 rating
25 Marzo 2019

Il Team di Startup Europa mi ha offerto competenza, professionalità e disponibilità massima. Ottimo lavoro!

Giovanna Scarinzi

Competenza

5,0 rating
25 Marzo 2019

Alessandro, persona disponibile, pronto ad accontentare in modo celere il cliente ma soprattutto con le sue alte competenze nel campo.
Lo consiglio vivamente a chi vuole intraprendere una propria attività con progetti finanziati.

Gabriele