Fondi in Campania per investimenti energetici e fonti rinnovabili

Contributi alle Imprese campane per investimenti in efficienza energetica e utilizzo fonti rinnovabili.

CAMPANIA EFFICIENZA ENERGETICA: contributi alle Imprese per investimenti in efficienza energetica e utilizzo fonti rinnovabili.

FINALITÀ: favorire l’utilizzo dell’energia generata attraverso fonti rinnovabili e diminuire i consumi energetici dei processi produttivi, favorendo la riduzione dei costi legati alla domanda energetica, il miglioramento della competitività e la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra.

BENEFICIARI: 1) micro, piccole, medie e grandi imprese che intendono effettuare l’investimento in sedi operative ubicate o da ubicarsi nel territorio della Regione Campania e che, alla data di presentazione della candidatura, siano già costituite e iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura del territorio competente e abbiano almeno un bilancio approvato o abbiano presentato almeno una dichiarazione dei redditi.

BENEFICIARI: 2) liberi professionisti che esercitino in forma individuale, associata o societaria ai sensi delle leggi vigenti, in possesso di partita IVA, rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, ai fini dello svolgimento dell’attività e iscritti ai relativi albi/elenchi/ordini professionali previsti per legge.

CONTRIBUTO: 50% delle spese ammissibili con un contributo massimo di Euro 200.000,00.

LIMITI INVESTIMENTO: sono ammissibili unicamente i Piani di investimento aziendale con un importo pari o superiore a €  50.000,00.

DOMANDA: La fase di presentazione della Domanda di contributo si articola nelle seguenti sotto fasi:
a decorrere dal 02 luglio 2019 i soggetti richiedenti si registrano nella relativa sezione;
a decorrere dal 23 luglio 2019 i soggetti richiedenti compilano i moduli e i relativi allegati presenti nella relativa sezione;
a decorrere dalle ore 10.00 del 26 settembre 2019 i soggetti richiedenti inoltrano l’invio della domanda di contributo e dei relativi allegati;
Scadenza entro e non oltre le ore 13.00 del 18 ottobre 2019, eccetto proroghe.

CAMPANIA EFFICIENZA ENERGETICA

POR FESR 2014/20. ASSE 4 – O.S. 4.2.

  • PROGRAMMAZIONE INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO IN FAVORE DEL TESSUTO PRODUTTIVO

Avviso per la concessione di contributi a favore delle Imprese per la realizzazione di investimenti per l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile.

FINALITÀ

Incentivare l’uso dell’energia proveniente da fonti rinnovabili e diminuire i consumi energetici dei processi produttivi, favorendo la riduzione dei costi legati alla domanda energetica, il miglioramento della competitività e il calo delle emissioni di gas ad effetto serra.

DE MINIMIS

Il contributo in conto capitale a fondo perduto, è concesso, nella forma di sovvenzione a fondo perduto, ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis».

RISORSE

La dotazione finanziaria disponibile per le operazioni selezionate con il presente bando  è pari a  20.000.000,00 euro.

BENEFICIARI

  • Micro, piccole, medie e Grandi imprese che vogliono realizzare l’investimento in sedi operative ubicate o da ubicarsi nel territorio della Regione Campania e che, alla data di inoltro della candidatura, siano già costituite e iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura del territorio competente e abbiano almeno un bilancio approvato o abbiano presentato almeno una dichiarazione dei redditi.
  • Nel caso di liberi professionisti che esercitino in forma individuale, associata o societaria ai sensi delle leggi vigenti, è richiesto il possesso di partita IVA, rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, per lo svolgimento dell’attività e essere regolarmente iscritti ai relativi albi/elenchi/ordini professionali previsti dalla legge.

CONTRIBUTO

L’intensità massima di aiuto concedibile è il 50% delle spese ammissibili con un contributo massimo di Euro 200.000,00.

L’ammontare della sovvenzione può essere inoltre ridotto per rispettare i vincoli connessi al massimale per singola Impresa Unica previsto dal Regolamento “de minimis”.

LIMITE INVESTIMENTO

Sono ammissibili unicamente i Piani di investimento aziendale con un importo pari o superiore a €  50.000,00.

INTERVENTI AMMISSIBILI

La presenza della diagnosi energetica costituisce requisito propedeutico per la partecipazione all’Avviso.

Sono ammissibili ad agevolazione i piani di investimento aziendali costituiti da uno o più delle seguenti tipologie di intervento:

  1. attività finalizzate all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi tali da determinare un effettivo risparmio annuo di energia primaria (es: sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica e illuminazione, se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici come ad esempio building automation, motori a basso consumo, rifasamento elettrico dei motori, installazione di inverter, sistemi per la gestione e il monitoraggio dei consumi energetici);
  2. installazione d’impianti di cogenerazione ad alto rendimento e/o di tri-generazione;
  3. attività finalizzate all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale oggetto dell’investimento (a solo titolo esemplificativo: isolamento termico dei perimetri dove si svolge il ciclo produttivo come ad esempio rivestimenti, infissi, isolanti). Non sono ammissibili interventi di natura strutturale sugli immobili;
  4. sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza
  5. attività di ottimizzazione tecnologica, miglioramento delle centraline e cabine elettriche, installazione di sistemi di controllo e regolazione capaci di ridurre l’incidenza energetica sul processo produttivo dell’impresa;
  6. attività di installazione di impianti a fonti rinnovabili a condizione che l’energia prodotta sia destinata all’autoconsumo della sede operativa oggetto del programma d’investimento candidato.

SPESE AMMISSIBILI

LA TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI È LA SEGUENTE:

  1. spese per la progettazione e la direzione dei lavori connesse agli interventi ammissibili ai sensi dell’art. 9 dell’Avviso nel limite massimo del 5% delle spese ammissibili del piano degli investimenti e comunque fino ad un contributo massimo di 5.000 euro;
  2. spese per la diagnosi energetica (ad esclusione di quelle effettuate dalle Grandi Imprese e dalle imprese energivore) fatturate da tecnico esterno all’impresa ed eseguita in conformità al D.Lgs. n. 102/2014 nonché ai contenuti minimi che saranno pubblicati sulla piattaforma informatica entro il 02/07/2019: la spesa non può essere superiore al 10% delle spese ammissibili del piano degli investimenti e comunque fino ad un contributo massimo di 5.000 euro;
  3. materiali inventariabili: costi relativi all’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, sistemi e componenti;
  4. opere murarie strettamente connesse e dimensionate, anche dal punto di vista funzionale, agli interventi ammissibili nel limite massimo del 30% delle spese ammissibili del piano degli investimenti di cui all’art. 9 comma 2, esclusi gli interventi di cui alla lett. C) per cui tale limite non si applica.
  5. installazione e posa in opera degli impianti e dei componenti degli involucri edilizi ove strettamente funzionali ad uno degli interventi di cui all’art. 9 del presente Avviso;
  6. sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna sempre che siano utilizzati i sensori di luminosità, presenza, movimento, concentrazione di umidità, CO2 o inquinanti;
  7. installazione di impianti per la produzione di energia da fonte rinnovabile destinata all’autoconsumo.

DOMANDA

LA FASE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO SI ARTICOLA NELLE SEGUENTI SOTTO FASI:

  • a decorrere dal 02 luglio 2019 i soggetti richiedenti si registrano nella relativa sezione.
  • a decorrere dal 23 luglio 2019 i soggetti richiedenti compilano i moduli e i relativi allegati presenti nella relativa sezione
  • a decorrere dalle ore 10.00 del 26 settembre 2019 i soggetti richiedenti procedono all’invio della Domanda di contributo e dei relativi allegati, entro e non oltre le ore 13.00 del 18 ottobre 2019, eccetto proroghe.

Se anche tu vuoi efficientare la tua azienda, CONTATTACI (scrivendo nell’oggetto “Efficientamento energetico Campania”) e scopriamo insieme se questo è il bando giusto per te e come renderlo concreto.


 

Un valido supporto per concretizzare i propri progetti

5,0 rating
25 Luglio 2019

Ho sempre desiderato aprire un’attività tutta mia, ma avevo difficoltà ad accedere alle agevolazioni perchè non avevo le informazioni e le conoscenze per redigere un valido business plan, e avevo bisogno di qualcuno che mi consigliasse al meglio sulle scelte da operare per l’avvio di un’attività. In Startup Europa ho trovato l’aiuto che mi serviva per rendere concrete le mie idee, e ora posso considerarmi un’imprenditrice felice!

Serena

Affidabilità

5,0 rating
25 Luglio 2019

Sono pienamente soddisfatto per tutto il lavoro svolto da Alessandro, mi ha aiutato a realizzare la mia idea imprenditoriale, sono ancora entusiasta.

Roberto

Competenti su tutti i livello

5,0 rating
25 Marzo 2019

Competenti su tutti i livelli, perché non solo mi hanno supportato nella preparazione ed invio della domanda di finanziamento agevolato ma mi hanno fatto riflettere anche sul miglior modello di business da adottare per lo sviluppo della mia startup.

Domenico Scarinzi

Massima professionalità

5,0 rating
25 Marzo 2019

Il Team di Startup Europa mi ha offerto competenza, professionalità e disponibilità massima. Ottimo lavoro!

Giovanna Scarinzi

Competenza

5,0 rating
25 Marzo 2019

Alessandro, persona disponibile, pronto ad accontentare in modo celere il cliente ma soprattutto con le sue alte competenze nel campo.
Lo consiglio vivamente a chi vuole intraprendere una propria attività con progetti finanziati.

Gabriele