Fondi per progetti nel Lazio di innovazione digitale

Stanziati dalla Regione Lazio 5 milioni di euro, di cui 3 milioni a valere sull’azione 3.5.2 (digitalizzazione) del POR FESR 2014-2020.

LAZIO: pubblicato il nuovo bando “Progetti di Innovazione Digitale” per sostenere le medie e piccole imprese, compresi i professionisti, nella trasformazione aziendale di processo e di prodotto.

FINALITA’: sostenere il sistema produttivo promuovendo Progetti di innovazione Digitale che prevedono l’introduzione di tecnologie digitali e di soluzioni ICT per promuovere la trasformazione aziendale di processo e di prodotto.

PROGETTI AMMISSIBILI: progetti che prevedono l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche o sistemi digitali, quali:

  • digital marketing;
  • soluzioni di digital marketing;
  • e-commerce;
  • punto vendita digitale;
  • prenotazione e pagamento; sistemi Self scanning e Self checkout;
  • stampa 3D;
  • internet of things; logistica digitale;
  • amministrazione digitale;
  • sicurezza digitale;
  • sistemi integrati ed altre soluzioni e sistemi basati su tecnologie coerenti con i paradigmi di Industria 4.0.

BENEFICIARI: MPMI, inclusi i Liberi Professionisti, in forma singola o tramite Aggregazioni Temporanee, composte al massimo da 6 MPMI;

TERRITORIALITÀ: i progetti devono essere realizzati  in una o più Sedi Operative localizzate nel territorio del Lazio.

COSTI AMMISSIBILI: minimo 50.000 Euro.

CONTRIBUTO: a fondo perduto, in regime De Minimis, nella misura del 40%.

CONTRIBUTO MASSIMO200.000 Euro per ciascuna MPMI.

DOMANDE: scadenza 21 aprile 2020.

LAZIO PROGETTI DI INNOVAZIONE DIGITALE

POR FESR Lazio 2014 – 2020 – Azione 3.5.2

FINALITA’

Rafforzare la competitività del sistema produttivo del territorio promuovendo Progetti di innovazione Digitale riguardanti l’introduzione di tecnologie digitali e di soluzioni ICT che sostengano la trasformazione aziendale di processo e di prodotto.

RISORSE

L’Avviso ha una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro, di cui 5 mil. a valere sull’azione 3.5.2 (digitalizzazione) del POR FESR 2014-2020.

  • È prevista una riserva di 2.000.000 di euro per i Progetti presentati in Aggregazione Temporanea per un periodo massimo di 30 giorni dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul BURL.
  • È prevista inoltre una quota pari al 20% della dotazione per le MPMI ubicate in uno dei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

PROGETTI AMMISSIBILI

Progetti che prevedono l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche o sistemi digitali, finalizzate a introdurre innovazioni

  • nei processi produttivi,
  • logistici,
  • organizzativi
  • e commerciali

quali:

  • digital marketing;
  • soluzioni di digital marketing;
  • e-commerce;
  • punto vendita digitale;
  • prenotazione e pagamento; sistemi Self scanning e Self checkout;
  • stampa 3D;
  • internet of things; logistica digitale;
  • amministrazione digitale;
  • sicurezza digitale;
  • sistemi integrati ed altre soluzioni e sistemi basati su tecnologie coerenti con i paradigmi di Industria 4.0.

REQUISITI DEI PROGETTI

Tutti i Progetti devono:

  • a. essere realizzati da MPMI, inclusi i Liberi Professionisti, in forma singola o tramite Aggregazioni Temporanee, composte al massimo da 6 MPMI;
  • b. essere realizzati in una o più Sedi Operative localizzate nel territorio del Lazio;
  • c. prevedere Costi Ammissibili (inclusi i Costi a forfait) non inferiori a:
    • 50.000 euro nel caso di Progetti presentati da una MPMI in forma singola;
    • 50.000 euro, con un importo minimo di 20.000 euro per singola MPMI, nel caso di Progetti da realizzare mediante una Aggregazione Temporanea.
  • d. non risultare completati (data ultima fattura) alla data della presentazione della Domanda via PEC, fermo il rispetto dei limiti previsti per l’ammissibilità delle spese;
  • e. non riguardare attività imprenditoriali che rientrino nei Settori Esclusi;
  • f. non riguardare attività imprenditoriali che sono state rilocalizzate al di fuori dell’area interessata da un programma operativo cofinanziato dai Fondi SIE dopo aver ottenuto un sostegno da tale programma

BENEFICIARI

I destinatari degli Aiuti previsti dal presente Avviso sono le MPMI, inclusi i Liberi Professionisti, con Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio, in forma singola o aggregata.

REQUISITI DEI BENEFICIARI

  • Al momento della presentazione della domanda i richiedenti devono avere il Fatturato pari ad almeno 5 volte il valore del Progetto non coperto dal contributo.
  • In alternativa, il Patrimonio netto, che deve essere pari ad almeno il valore del Progetto non coperto dal contributo.

MINIMO COSTI AMMISSIBILI 

Importo minimo richiesto pari almeno a 50.000 Euro.

CONTRIBUTO

L’Aiuto è concesso in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 40% dell’importo complessivo del Progetto ammesso.

  • Nel caso in cui la MPMI opti per il contributo in RGE, tale regime sarà applicato a tutte le Spese Ammissibili da rendicontare;
  • la quota di contributo sui Costi a forfait (del personale e indiretti) potrà comunque essere concessa esclusivamente in regime De Minimis, con intensità di Aiuto del 40%.

CONTRIBUTO MASSIMO

Il contributo dovrà comunque rispettare, se del caso riducendo l’intensità di Aiuto concedibile:

  • a. l’ammontare massimo di 200.000 euro per ciascuna MPMI, anche in caso di Progetti presentati e realizzati da più MPMI mediante un’Aggregazione Temporanea;
  • b. il massimale per singola Impresa Unica previsto dal De Minimis, per i contributi riconosciuti a tale titolo;
  • c. il divieto di cumulo con altri Aiuti concessi sulle stesse spese, ove tale cumulo comporti il superamento dell’intensità di aiuto o dell’importo di aiuto più elevati fissati nel RGE, in un regolamento di esenzione per categoria o in una decisione adottata dalla Commissione;
  • d. eventuali vincoli previsti dalla normativa relativa ad altre forme di sostegno ottenute sulle medesime spese

DOMANDE

Scadenza 21 aprile 2020.

Se anche tu vuoi digitalizzare la tua impresa della Regione Lazio ,CONTATTACI per una prima consulenza gratuita (scrivendo nell’oggetto “Progetti di innovazione digitale”) e scopriamo insieme se questo è il bando giusto per te e come renderlo concreto.


 

Completamente soddisfatta

5,0 rating
10 Dicembre 2019

Il team di Startup Europa mi ha saputo consigliare e indirizzare sul bando più appropriato per le mie esigenze (bando Selfiemployment). Successivamente mi hanno seguito, in modo professionale e veloce, anche nella stesura e invio della pratica di finanziamento. Sono riuscita ad ottenere il finanziamento e adesso mi stanno seguendo anche nella parte più operativa della rendicontazione delle spese. Sono, quindi, rimasta molto soddisfatta e consiglio a tutti quelli che hanno un progetto da realizzare di rivolgersi a loro.

Antonella Barbato

Un valido supporto per concretizzare i propri progetti

5,0 rating
25 Luglio 2019

Ho sempre desiderato aprire un’attività tutta mia, ma avevo difficoltà ad accedere alle agevolazioni perchè non avevo le informazioni e le conoscenze per redigere un valido business plan, e avevo bisogno di qualcuno che mi consigliasse al meglio sulle scelte da operare per l’avvio di un’attività. In Startup Europa ho trovato l’aiuto che mi serviva per rendere concrete le mie idee, e ora posso considerarmi un’imprenditrice felice!

Serena

Affidabilità

5,0 rating
25 Luglio 2019

Sono pienamente soddisfatto per tutto il lavoro svolto da Alessandro, mi ha aiutato a realizzare la mia idea imprenditoriale, sono ancora entusiasta.

Roberto

Competenti su tutti i livello

5,0 rating
25 Marzo 2019

Competenti su tutti i livelli, perché non solo mi hanno supportato nella preparazione ed invio della domanda di finanziamento agevolato ma mi hanno fatto riflettere anche sul miglior modello di business da adottare per lo sviluppo della mia startup.

Domenico Scarinzi

Massima professionalità

5,0 rating
25 Marzo 2019

Il Team di Startup Europa mi ha offerto competenza, professionalità e disponibilità massima. Ottimo lavoro!

Giovanna Scarinzi