Innovazione per Sostantivo Femminile in Regione Lazio

Innovazione Regione Lazio: la dotazione stanziata  ammonta complessivamente a Euro 1.000.000.

LAZIO: in partenza il bando per le imprese al femminile “Innovazione sostantivo femminile 2019”.

INNOVAZIONE SOSTANTIVO FEMMINILE 2019: si tratta del bando finanziato con risorse del POR FESR 2014/2020 sull’Azione 3.5.2,  “Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi

delle PMI, coerentemente con la strategia di smart specialization, con particolare riferimento a: commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica”, Asse 3 “Competitività”.

FINALITA: agevolare la nascita e lo sviluppo di idee e progetti imprenditoriali innovativi da parte delle donne, sostenendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile.

BENEFICIARI: le libere professioniste con Partita Iva attiva, le imprese “al femminile”, con sede sul territorio regionale, già costituite (micro, piccole e medie imprese e società tra professionisti in cui il titolare sia una donna, società di capitali le cui quote siano, per almeno 2/3, in possesso di donne e rappresentino almeno i 2/3 del totale dei componenti dell’organo di amministrazione,

cooperative o società di persone in cui il numero di donne socie sia almeno il 60% della compagine sociale) ma anche quelle che ancora non lo sono, purché in caso di esito positivo della partecipazione al bando, la costituzione dell’impresa avvenga entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione del finanziamento.

Prima Consulenza Gratuita

Scopriamo insieme se è il finanziamento ideale per te!

Contattaci per una prima consulenza gratuita.

Ti risponderemo entro 15 minuti


    PROGETTI AMMESSI: Saranno finanziabili i progetti che includano la realizzazione di nuovi prodotti o servizi tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie e che siano coerenti con le aree di specializzazione della Smart Specialization Strategy (S3) regionale (ossia Scienze della vita e benessere, Energia e ambiente, Agroalimentare, Mobilità sostenibile, Fabbricazione digitale, Domotica ed edilizia sostenibile, Beni culturali e tecnologie della cultura, Industrie creative digitali, Aerospazio, Sicurezza e protezione).

    Inoltre, potranno ottenere le agevolazioni del bando anche i progetti che abbiano come obiettivo la Social Innovation.

    CONTRIBUTO: Il contributo è concesso a fondo perduto nella misura dell’intensità di aiuto richiesta deve essere compresa fra il 50% e il 80% dell’importo complessivo del progetto, che dovrà essere realizzato nella Regione Lazio.

    Una quota di risorse di Euro 200.000, pari al 20% della dotazione, è stata riservata alle imprese localizzate nei territori individuati come Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio

    DOMANDE: dal 10 settembre 2019 al 12 novembre 2019.

    LAZIO: INNOVAZIONE SOSTANTIVO FEMMINILE

    • POR FESR Lazio 2014-2020 Asse 3 Competitività
    • Obiettivo tematico 3 Promuovere la competitività delle PMI, il settore agricolo e il settore della pesca e dell’acquacoltura
    • Priorità di investimento a) – promuovere l’imprenditorialità, in particolare facilitando lo sfruttamento economico di nuove idee e promuovendo la creazione di nuove aziende, anche attraverso incubatori di imprese
    • Obiettivo specifico RA 3.5 – Nascita e consolidamento delle Micro, Piccole e medie Imprese
    • Azione 3.5.2 – Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle PMI coerentemente con la strategia di smart specialization, con particolare riferimento a: commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica

    FINALITÀ

    Promuovere e valorizzare il capitale umano femminile sostenendo la creazione e lo sviluppo di MPMI femminili, in particolare favorendone i percorsi di innovazione mediante soluzioni ICT, in coerenza con la “Smart Specialization Strategy (S3)” regionale – quali:

    • Innovazione e miglioramento di efficienza dei processi produttivi all’interno dell’azienda, in particolare attraverso l’introduzione di tecnologie digitali;
    • Innovazione e ampliamento della gamma di prodotti e/o servizi;
    • innovazione guidata dal design e dalla creatività;
    • Innovazione organizzativa e manageriale;
    • Innovazione di marketing e comunicazione, con particolare riferimento all’introduzione di strategie e strumenti di marketing digitale;
    • eco-innovazione, ovvero miglioramento delle performance ambientali aziendali;
    • safety-innovazione, ovvero miglioramento dei livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro e di responsabilità sociale dell’impresa, inclusa l’introduzione di tecnologie avanzate funzionali all’inserimento lavorativo di persone con disabilità.

    PROGETTI AMMESSI

    Sono agevolabili i progetti che prevedono l’adozione di una o più nuove tecnologie o soluzioni digitali, o processi e sistemi di innovazione aziendali tra quelli di seguito elencati:

    • A. tecnologie digitali e/o soluzioni tecnologiche consolidate che permettono di elaborare, memorizzare/archiviare dati.
    • B. processi e sistemi di automazione industriale per il miglioramento della qualità del processo produttivo e dei prodotti (ad esempio macchine a controllo numerico)
    • C. processi e sistemi produttivi flessibili, quali sistemi robotizzati “intelligenti”, interfacce evolute uomo-macchina, sistemi di programmazione e pianificazione intelligente dei compiti
    • D. processi e sistemi di fabbricazione digitale

    BENEFICIARI

    I destinatari degli aiuti sono le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola, incluse le Libere Professioniste, che:

    • sono Imprese Femminili, anche non ancora costituite alla data di presentazione della Domanda, o Libere Professioniste con Partita IVA attiva;
    • hanno Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio.

    CONTRIBUTO

    L’Aiuto è concesso in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura dell’intensità di aiuto richiesta che deve essere compresa fra il 50% e il 80% dell’importo complessivo del Progetto.

    • La richiesta di una intensità di aiuto inferiore a quella massima concedibile consente di ottenere maggior punteggio ai fini della definizione della graduatoria.
    • L’ammontare complessivo del contributo dovrà comunque rispettare il massimale per singola Impresa Unica previsto dal De Minimis;

    Eventuali incrementi dell’importo complessivo del Progetto realizzato rispetto all’importo complessivo ammesso non determinano in nessun caso un incremento dell’ammontare del contributo erogabile rispetto a quello inizialmente concesso.

    COSTI AMMISSIBILI

    • i Costi di Progetto da rendicontare:
      per un importo non inferiore a 15.000,00 Euro;
    • i Costi del Personale a forfait:
      in misura pari al 10% dei Costi di Progetto da rendicontare;
    • i Costi indiretti a forfait:
      in misura pari al 5% dei Costi di Progetto da rendicontare.

    La somma di tali costi è l’importo complessivo del Progetto sul quale si calcola il contributo.

    TIPOLOGIE DI SPESE AMMESSE

    CON RIFERIMENTO AI COSTI DI PROGETTO DA RENDICONTARE, SONO AMMISSIBILI LE SEGUENTI TIPOLOGIE DI SPESA:

    • a. Investimenti materiali: acquisto di attrezzature, strumenti e sistemi nuovi di fabbrica, dispositivi, software e applicativi digital
    • b. Investimenti immateriali: acquisto di brevetti, licenze, know-how
    • c. Canoni per servizi in modalità “software as a service”
    • d. Consulenze specialistiche

    I Costi del Personale a forfait sono relativi al personale che la MPMI impiega per la realizzazione del Progetto e si considera anche il tempo eventualmente dedicato all’implementazione dell’Intervento da personale non dipendente, dalla titolare della MPMI o dalla Libero Professionista.

    • A titolo esemplificativo, nel caso in cui i Costi di Progetto siano pari a 30.000,00 Euro, saranno ammissibili Costi del Personale a forfait per un importo pari a 3.000,00 Euro, Costi indiretti a forfait per un importo pari a 1.500,00 Euro e il Costo complessivo del Progetto sarà quindi pari a 34.500,00 Euro.

    REQUISITI DELLE SPESE AMMISSIBILI

    Le Spese Ammissibili devono essere:

    • a. strettamente pertinenti al Progetto;
    • b.  a prezzi di mercato;
    • c. in regola dal punto di vista della normativa civilistica, fiscale, sugli Aiuti e sui Fondi SIE e in particolare devono:
      • derivare da un contratto o altro atto equivalente ai sensi degli artt. 1321 e ss. del c.c. (lettere d’incarico, preventivi e ordini accettati, altro);
      • essere giustificate da fattura o da documento contabile di valore probatorio equivalente anche ai fini fiscali;
      • essere pagate mediante uno dei mezzi di pagamento ammissibili.

    Se anche tu vuoi fruire del fondo perduto per l’innovazione della tua impresa’al femminile’, CONTATTACI per una prima consulenza gratuita (scrivendo nell’oggetto “SOSTANTIVO FEMMINILE) e scopriamo insieme se questo è il bando giusto per te e come renderlo concreto.


     

    Team eccezionale

    Rated 5 out of 5
    25 Marzo 2021

    Grazie al Team di Startup Europa sono riuscita a coronare il mio sogno grazie ad un finanziamento di 60.000€ sul bando Resto al Sud. Il contributo di Startup Europa è stato molto prezioso sia nella preparazione del Piano d’impresa sia nell’assistenza per il colloquio di Invitalia, sempre professionali e disponibili.
    Grazie mille a tutto il Team!

    Chiara Carraturo

    Risposta da Startup Europa

    Grazie Chiara,
    anche per noi è stato un piacere aver potuto lavorare con te perchè sei sempre stata pronta a seguire le nostre indicazioni e ti sei impegnata molto per raggiungere questo risultato che ti sei ampiamente meritata.
    Il Team di Startup Europa

    Affrontare con successo Brevetti+

    Rated 5 out of 5
    22 Marzo 2021

    Devo ringraziare Startup Europa per avere gestito la pratica Brevetti+ con successo ed avermi fatto ottenere circa 140.000€ a Fondo perduto. Credo che la professionalità profusa nell’avermi portato per mano attraverso le burocratiche maglie di questi uffici, con umiltà e costanza sia stata la chiave del successo. Non so se senza le loro competenze sarei riuscito nell’impresa di ottenere questo importante contributo che mi consentirà di realizzare il prototipo TSE e quindi lanciare la piattaforma DDIra. Grazie ancora.
    Dr. Mariano Pisetta

    Dott. Mariano Pisetta CEO & Founder DDIRA

    Risposta da Startup Europa

    Grazie Dottore per le belle parole e la stima, siamo riusciti ad ottenere il finanziamento superando alcuni ostacoli che sembravano di difficile soluzione ma alla fine ce l’abbiamo fatta ed è questo che conta più di ogni altra cosa.
    Adesso concentriamoci sulla fase di rendicontazione per portare a termine il finanziamento in modo veloce ed agevole.
    A presto!
    Il Team di Startup Europa

    Un ottimo incontro

    Rated 5 out of 5
    22 Marzo 2021

    Avrei voluto conoscere Alessandro e il suo team prima. Avevo già presentato la domanda Smart e Start, ma ancora non avevo affrontato il colloquio. Ciononostante, è stato capace di apportare un contributo che mi è stato senza dubbio prezioso, dimostrando competenza, conoscenza della materia e professionalità. Lo raccomando sicuramente.

    Maurizio Mario Murino

    Risposta da Startup Europa

    Grazie Maurizio,
    ci ha fatto molto piacere averti potuto assistere nella fase di colloquio e di integrazione documentale che sono fasi sempre molto delicate per l’ottenimento del finanziamento.
    Il Team di Startup Europa

    Professionalità e Competenza

    Rated 5 out of 5
    17 Marzo 2021

    Grazie al supporto del Team di Startup Europa siamo riusciti ad ottenere 247.000€ con il bando Smart e Start per l’ulteriore sviluppo della nostra App innovativa MOVECOIN.
    Alessandro ed il suo team ci hanno assistito in modo veloce e professionale sia nella fase di preparazione della domanda sia nella fase di colloquio con Invitalia ed ulteriore integrazione documentale.
    Alla fine siamo rimasti veramente molto soddisfatti perchè abbiamo avuto l’approvazione del finanziamento e adesso inizierà la fase di rendicontazione delle spese.
    Grazie a tutto il team di Startup Europa… assolutamente consigliato.

    Massimo Scaglione CEO Movecoin Srl

    Risposta da Startup Europa

    Grazie Massimo,
    anche noi abbiamo creduto nel tuo progetto fin dall’inizio e quindi siamo veramente molto contenti di essere riusciti ad ottenere il finanziamento.
    Il Team di Startup Europa

    Professionalità, puntualità e risultati certi

    Rated 5 out of 5
    23 Febbraio 2021

    Con la nostra azienda Farmagens Health Care s.r.l abbiamo avuto l’onore ed il piacere di collaborare con Startup Europa per la partecipazione al bando Brevetti +.
    Oltre che essere tutti molto professionali, sono anche molto disponibili.
    Abbiamo ottenuto ottimi risultati dopo pochissimi mesi con il finanziamento massimo erogabile di 140.000€ a Fondo Perduto previsto dal bando Brevetti+.
    Assolutamente consigliati

    Dott. Augusto Sannetti, CEO&Founder Farmagens Health Care s.r.l

    Risposta da Startup Europa

    Grazie Dott. Sannetti,
    per noi è stato veramente un piacere aver potuto collaborare con una realtà così importante come la vostra e ci auguriamo di poter ottenere dei risultati ancora più importanti in futuro.
    Il Team di Startup Europa