Rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti riguardo il celeberrimo bando Smart e Start!

Tornano le domande su Smart e Start! Ormai un appuntamento che non può mancare sulle nostre pagine. Ovviamente vi ricordiamo che per tutte le informazioni sul bando 2024 potete visitare la pagina che abbiamo costruito qui.

Le modalità di pagamento dei titoli di spesa rendicontati seguono le direttive stabilite nella documentazione ufficiale?

Sì, tutti i pagamenti devono aderire alle modalità indicate, utilizzando conti correnti dedicati all’impresa beneficiaria come specificato nel formulario di richiesta. I documenti relativi ai pagamenti devono includere il Codice Unico di Progetto (CUP) comunicato al momento dell’ammissione alle agevolazioni.

Come posso gestire i pagamenti senza avere ancora il Codice Unico di Progetto (CUP) per garantire la tracciabilità finanziaria?

Per le spese sostenute prima dell’assegnazione del CUP, è accettabile utilizzare l’identificativo della domanda di agevolazione, fornendo dettagli precisi sulla misura agevolativa. Questi riferimenti devono essere inclusi sia nei titoli di spesa sia nelle motivazioni dei pagamenti.

bando-tecnonidi-regione-puglia

Posso utilizzare la metodologia dei costi standard per il personale dipendente?

Sì, ma solo se la domanda è stata presentata dopo la pubblicazione della specifica Circolare Esplicativa. Tale metodologia si applica solo al personale tecnico coinvolto direttamente nell’implementazione del piano d’impresa, escludendo ruoli amministrativi o commerciali.

Quali spese sono considerate ammissibili per il capitale circolante?

Le spese per materie prime, materiali di consumo, servizi necessari all’attività aziendale e costi per l’uso di beni di terzi. L’impresa richiede il finanziamento connesso al capitale circolante contemporaneamente alla richiesta di erogazione.

I progetti già approvati possono adottare le nuove modalità di rendicontazione?

Sì, ma solo per le disposizioni specificate nella Circolare, a condizione che non siano già state ricevute erogazioni finanziarie. È necessario presentare una richiesta formale a Invitalia prima di richiedere il finanziamento.

fondi-per-startup-innovative

Quali sono le procedure per ottenere un’anticipazione delle agevolazioni?

L’anticipazione deve essere richiesta entro 4 mesi dalla firma del contratto, non superiore al 40% dell’importo totale. È richiesta una fidejussione per garantire l’anticipazione.

Come possono essere rendicontati i titoli di spesa non ancora certificati?

È possibile includere fino al 30% di spese non certificate in ogni richiesta di erogazione. Se è stata ottenuta un’anticipazione, la prima richiesta deve includere spese già certificate per un importo equivalente all’anticipazione.

Se si utilizza un percorso con fatture non certificate e un conto corrente vincolato, si applicano le stesse condizioni?

No, in questo caso, la società deve trasferire la parte non coperta dall’agevolazione sul conto vincolato al momento della richiesta di erogazione, fornendo la documentazione adeguata. Le spese per il personale devono essere completamente certificate al momento della rendicontazione.

Prima Consulenza Gratuita
Scopriamo insieme se è il finanziamento ideale per te!
Contattaci per una prima consulenza gratuita.
Ti risponderemo entro 15 minuti

    Chi può partecipare a Smart e Start?

    Possono beneficiare delle agevolazioni del bando Smart e Start tutte le Startup innovative:

    • costituite da non più di 60 mesi
    • di piccola dimensione
    • con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale

    Altri beneficiari ammessi:

    • le persone fisiche che intendono costituire una startup innovativa
    • cittadini stranieri in possesso del visto startup che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano

    Quali spese sono ammesse al finanziamento Smart e Start?

    Le spese finanziate, che vanno da un minimo di € 100.000 ad un massimo di 1.5 milioni di euro, sono relative a spese per investimenti e costi di gestione.

    Queste sono le principali voci di spesa ammissibili:

    • per gli investimenti – impianti, macchinari e attrezzature tecnologiche, componenti hardware e software, brevetti, licenze, know-how, consulenze specialistiche e tecnologiche, marketing e web marketing;
    • per la gestione – personale dipendente e collaboratori, licenze e diritti per titoli di proprietà industriale, servizi di accelerazione, canoni di leasing, e interessi su finanziamenti esterni, spese di affitto, materie prime.

    Problemi? Rivolgiti a noi!

    Come Startup Europa Lab, siamo lieti di offrire il nostro supporto in ogni fase della valutazione per il bando Smart e Start. Offriamo un supporto completo, personalizzato e mirato per aiutare la tua startup a crescere e svilupparsi in modo ottimale.

    La valutazione di un progetto Smart & Start 2023 è un processo complesso, e ogni aspetto menzionato sopra può fare la differenza tra successo e fallimento. Tuttavia, se sei supportato da un incubatore certificato dal MISE come Startup Europa Lab, puoi ottenere assistenza in ogni fase. Oltre che una premialità di punteggio su alcuni criteri di valutazione.

    Che cosa stai aspettando? Contattaci subito per una prima consulenza gratuita!

    Prima Consulenza Gratuita
    Scopriamo insieme se è il finanziamento ideale per te!
    Contattaci per una prima consulenza gratuita.
    Ti risponderemo entro 15 minuti